Visualizza i prodotti di G.V.G.V. su Bagheera Boutique

Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
Wondernet Magazine by Bagheera Boutique Roma | Mag-Giu 2017 | Focus On: G.V.G.V.
La moda “orientale” non è una copia di quella “occidentale”, no.

Quando stilisti come Kenzo e Issey Miyake negli anni ’70, o Rei Kawakubo e Yohji Yamamoto nei primi anni ’80 sono arrivati a sfilare a Parigi, le loro collezioni, amate o detestate, hanno portato uno stile nuovo, inconsueto, rompendo tutte le regole del taglio e delle forme esistenti.

Fu una rivoluzione.

 

Oggi nuovi designer come Mug, fondatrice di G.V.G.V., continuano a dimostrare come la creatività giapponese, cinese (e coreana) sia interessante e d’avanguardia.

 

G.V.G.V (che sta per “grapevine”, vite) è un brand fondato nel 1999 a Tokyo.

Un mix di femminilità e mascolinità riconosciuto ora come uno dei più validi e promettenti marchi nipponici.

 

Il successo è dovuto al giovane talento di Mug.

Laureatasi alla Kuwasawa Design School, si è fatta notare nel 2007 grazie alla collaborazione con la catena di negozi UNIQLO, per la quale aveva realizzato una linea di T-Shirt in limited edition.

 

Mug crede che oggi, grazie ad internet, lo stile non sia mai stato così personale e con G.V.G.V. vuole mostrare il suo modo di viverlo, proponendo capi versatili e principalmente genderless.

 

Si tratta di un modo leggero e libero di vedere la moda, di osare con capi street, di rifiutare la noia e di divertirsi, come nell’ultima collezione A/I, con paillettes e stampe eccentriche.

 

Bagheera Boutique è tra i tre esclusivi rivenditori Europei e vi propone una selezione della P/E 2017!

Articoli Consigliati